PANDEMIA DI CORONAVIRUS: LA FINE E’ VI-CINA

Quale sarà la causa della nostra estinzione? Quale sarà l’ultima lotta per la sopravvivenza che il genere umano dovrà affrontare? Un nemico che combattiamo da secoli, o i complotti che ci distraggono dalla verità? 

L’unica cosa che potrà ucciderci sarà sicuramente una pandemia, perché, nonostante l’avanzamento della tecnologia e le nuove scoperte in campo medico, sui virus ne sappiamo ancora davvero poco.

Sarebbe bello però capire come abbiamo scongiurato le passate epidemie e cosa ha rischiato di andare storto per colpa di qualche teoria complottistica… o della Cina. Perché ricordate, è sempre colpa della Cina!

Coronavirus, la pandemia cinese

Vuoi aiutarci a crescere? Con Patreon puoi sostenere in maniera facile e sicura il nostro progetto diventando parte attiva di Pupazzi da Legare. Potrai partecipare alla creazione di tantissimo Blackhumor e aiutarci a produrre contenuti sempre nuovi!  

PERSECUZIONE DI PANDEMIE

Nell’antica Grecia ci furono epidemie causate dal vaiolo o dal morbillo. Personaggi come Ippocrate studiavano le cause e gli effetti di queste malattie. E c’erano andati anche vicino, si alludeva infatti a qualche agente tossico nell’atmosfera.

La peste Giustinianea e la peste nera vennero attribuite per esempio a punizioni divine. Tutto girava attorno alla religione e venivano facilmente percepite come la salvezza per mezzo della morte o una punizione divina (la morte era inevitabile).

In realtà, semplificando di molto, sia la peste Giustinianea che la peste nera, venivano trasmesse dalle pulci. Diffuse poi tramite il commercio marittimo dall’Asia all’Africa e infine in Europa, hanno quasi dimezzato la popolazione dell’epoca.

Qualche secolo più tardi apparve L’influenza spagnola e nel 1918 infettò 500 milioni di persone e ne uccise 100 milioni nel giro di due anni. Era una variante dell’influenza suina, la stessa che ha colpito il Messico nel 2009 e che ha infettato in Italia 500000 persone, uccidendone 229.

Non sono mancate le cure alternative, le classiche valeriane della nonna, come sale e cipolla nel 1918 e una dieta a base di frullati di frutta e verdure per l’ultimo coronavirus che sta allarmando non poco il mondo intero (voglio dire, un bel frullato male non fa… ma non serve un virus per una dieta sana ed equilibrata).  

LEZIONI DI SCIENZE FATTE MALE

Tosse, febbre e vomito sono i sintomi di una lotta interna al nostro corpo, il combattimento fra le nostre difese immunitarie e batteri e virus.

I virus hanno la capacità di passare da un corpo ad un altro con estrema semplicità. Anche se di solito non sono trasmissibili da un animale ad un uomo, possono evolversi trovando dei corpi ponte, come ad esempio l’aviaria.

Ma siccome i complotti sono più affascinanti non manca mai la paura per le armi biologiche, create in laboratorio per distruggere intere popolazioni, se non l’umanità intera (chissà perché qualcuno dovrebbe farlo, ma vabbè). 

La SARS nel 2003 sembrava l’arma perfetta: velocissima a contagiare e inspiegabile nella sua composizione. La verità è che la Cina non prese seriamente la cosa e quindi il caso rischiò di sfuggire di mano.

Inoltre molti di questi virus si formano, per la maggior parte, nei mercati cinesi dove l’igiene è scarsa e vengono a contatto molti animali differenti. Anche in India e in molti stati dell’Africa il contenimento è difficile a causa sempre della scarsa igiene.

CORONAVIRUS IO TI TEMO

E arriviamo infine al tanto discusso coronavirus, che ha scatenato non poche teorie complottistiche. Si tratta del SARS-CoV-2, apparso a dicembre 2019. Sembra provenire da un mercato di pesce cinese, ma ancora non si sa come abbia fatto ad attaccare l’uomo.

Non esistono vaccini contro i coronavirus. (Nella descrizione dell’episodio del podcast mettiamo a disposizione un paio di link interessanti se volete approfondire l’argomento). In alternativa non sono mancati i complotti sulle case farmaceutiche che sembrano sfregare le mani ogni volta che si presenta l’occasione di rubare i soldi a noi poveri ignoranti. In verità molti dei ricercatori hanno difficoltà nel trovare i fondi necessari e partono spesso mettendoli prima di tasca loro.

Altre assurdità sono partite dalle scuole, dove oltre al complotto subentra anche un po’ di sano razzismo, come per esempio genitori che non vogliono mandare i figli a scuola perché un loro compagno di origini cinesi ha avuto l’influenza un paio di giorni. Una mamma ha provato ad immolarsi dicendo che quel bambino non aveva mai neanche visto la cina. Il contrattacco non si è fatto attendere alludendo al fatto che il coronavirus lo hanno nel DNA.

QUALCHE CONSIGLIO INUTILE

Se non esiste un vaccino per i virus lavatevi le mani, usate fazzoletti per starnutire e tossire e se non li avete fatelo piegando il gomito verso la bocca. Evitate contatti con gente infetta (ma dai??), ma soprattutto usate sempre come ultima spiaggia la mossa Kansas city, se i virus guardano a destra, tu vai a sinistra (film Slevin, patto criminale). 

Non sappiamo cosa ci riservi il futuro, e non sappiamo quante stupide persone si facciano le domande sbagliate come se sia giusto o no vaccinarsi. Quello di cui dovremmo essere consapevoli è che tutti abbiamo il diritto di respirare.

Vuoi aiutarci a crescere? Con Patreon puoi sostenere in maniera facile e sicura il nostro progetto diventando parte attiva di Pupazzi da Legare. Potrai partecipare alla creazione di tantissimo Blackhumor e aiutarci a produrre contenuti sempre nuovi!  

Leggi anche…

Sharing is caring!